Class action dopo un furto di dati costa $3.25m

È costato caro a un’associazione professionale americana il furto dei dati dei propri iscritti.

Succede negli Stati Uniti nel 2016: un gran numero di tecnici ottici professionisti, e di studenti tecnici ottici, cominciano ad accorgersi che qualcuno stava usando illegalmente i loro dati personali per richiedere carte di credito a loro nome.

Ci vuole poco a risalire alla causa: l’Associazione Nazionale degli Optometristi è stata vittima di un attacco; da quanto risulta, non avevano fatto bene il loro lavoro di prevenzione degli attacchi, e il nemico era riuscito a impadronirsi dei dati riservati di decine di migliaia di iscritti.

La storia finisce in tribunale e l’Associazione offre un accordo che le costerà tre milioni e mezzo di dollari. Più la reputazione rovinata, più il costo degli investimenti per migliorare il proprio sistema di protezione dei dati.

Non sarebbe stato meglio pensarci prima?

Tu ci hai pensato? Hai calcolato quanto ti costa un incidente come questo, dove ti vengono sottratti i dati riservati dei tuoi clienti? Pensaci un attimo, non è un calcolo difficile da fare.

  • Risarcimenti ai clienti che ti fanno causa
  • Multa del Garante Privacy
  • Perdita della reputazione

Meglio pensarci prima.

Seguici su questo blog, o su facebook nel nostro gruppo https://www.facebook.com/groups/toriasecuresystems/

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Per entrare nella caserma inserisci la tua email e la password che ti è stata inviata via email.